RINALDO E LA GROTTA DEL DRAGO – LA COMPAGNIA DEI PUPARI VACCARO-MAUCERI (Siracusa)

RINALDO E LA GROTTA DEL DRAGO

LA COMPAGNIA DEI PUPARI VACCARO-MAUCERI

(Siracusa)

TRAMA:

All’interno di una rocca la padrona del maniero escogita un piano per catturare Rinaldo, reo di aver salvato la fanciulla prescelta per il sacrificio. Un gigante conduce con l’inganno il prode paladino verso le segrete, facendolo cadere vittima di un trabocchetto.

Nel frattempo Angelica si dispera poiché ancora una volta Rinaldo, nell’isola gioiosa, l’ha disprezzata. A rincuorare la giovane principessa arriva il mago Malagigi e da questi ascolta che Rinaldo è in pericolo di vita e solo un cuore innamorato potrà dare aiuto al malcapitato. Malagigi narra della tomba di Marchino e di come potrà salvare il suo cavaliere.

Rinaldo in prigione apprende dalla vecchia la tragica storia di quel luoghi di come l’indomani troverà la morte. Rinaldo calato nella grotta sente avvicinare il drago; ad un certo punto arriva Angelica che tenta di implorare Rinaldo chiedendogli di accettare il suo aiuto ma egli ancora una volta la disprezza. Rinaldo, uscito dall’orrendo luogo viene aggredito da soldati e da giganti. Riuscirà il prode paladino a sconfiggere ancora una volta i suoi avversari?

COMPAGNIA:

L’associazione “La compagnia dei pupari Vaccaro-Mauceri”, è nata il 3 dicembre del 1999 e rappresenta il punto di partenza per ricondurre l’opera dei pupi ad una fedeltà filologica nei contenuti e nelle modalità di messinscena. Un percorso professionale che ha voluto trarre dall’operato dei loro predecessori solo gli aspetti positivi. Nel 2019 l’associazione ha compiuto vent’anni di attività nei quali ha prodotto quaranta e più fra spettacoli e performance, con oltre 140 pupi realizzati nei propri laboratori. Tournée, rassegne, partecipazioni, pubblicazioni. L’Associazione si è mossa su molti fronti per far conoscere la tradizione dell’opera dei pupi di Siracusa, ottenendo inoltre il riconoscimento di “Teatro di figura di rilevanza nazionale” dal Ministero dei Beni Culturali.

Nel 2020 alcuni membri hanno scelto di intraprendere percorsi artistici personali e oggi l’associazione “La Compagnia dei pupari” continua il suo operato sotto l’egida di Alfredo Mauceri che dalla morte del nonno materno, di cui porta il nome, è stata la mente creativa e il volano dietro i successi finora ottenuti. Tassello dopo tassello ha costruito un mondo magico, senza mai tralasciare di far conoscere la favola di cartapesta e legno dei fratelli Vaccaro